Bagagli extra

prenota il traghetto

1Seleziona il collegamento da/per
2Seleziona le tratte
3Seleziona le date del viaggio
VOTO MEDIO: 4,8/5 Basato su 16626 recensioni
Pollice su recensioni
Il 98% dei nostri clienti consiglia il nostro servizio agli amici.

 

Come trasportare in traghetto bagagli fuori misura

I passeggeri che si imbarcano su un traghetto con il proprio veicolo possono trasportare al suo interno, o utilizzando appositi portapacchi superiori o posteriori, qualsiasi tipologia di bagaglio, fatta eccezione di armi, residui industriali o sostanze esplosive e/o infiammabili pericolose per la sicurezza della nave e dell’incolumità degli altri passeggeri e dei membri dell’equipaggio

I passeggeri che si imbarcano su un traghetto con il proprio veicolo possono trasportare al suo interno, o utilizzando appositi portapacchi superiori o posteriori, qualsiasi tipologia di bagaglio, fatta eccezione di armi, residui industriali o sostanze esplosive e/o infiammabili pericolose per la sicurezza della nave e dell’incolumità degli altri passeggeri e dei membri dell’equipaggio

Coloro, invece, che partono senza veicolo al seguito hanno diritto al trasporto di un bagaglio a mano, le cui dimensioni possono variare in base alla compagnia scelta e al vettore, se traghetto o aliscafo. In linea di massima le misure del bagaglio del passeggero che si imbarca su una nave per effettuare una tratta a lungo raggio non devono superare i 200 cm di altezza, 100 cm di larghezza e 50 cm di profondità. Per quanto riguarda i mezzi veloci e aliscafi, invece, le dimensioni cambiano notevolmente: ogni viaggiatore può portare con sé valigie di dimensioni ridotte, similari al bagaglio a mano indicato dalle compagnie aeree, che generalmente si traducono in un massimo di 10kg di peso e 60x40x20 cm di grandezza.

Il bagaglio deve contenere esclusivamente effetti personali e non deve trasportare materiali infiammabili, droghe o oggetti pericolosi di alcun genere, o beni destinati alla commercializzazione. In rispetto al codice internazionale ISPS relativo alle norme antiterroristiche, il passeggero è sempre tenuto a consentire eventuali ispezioni al bagaglio.

Come comportarsi nel caso in cui si abbia, però, la necessità di imbarcare molti bagagli, di dimensioni eccedenti a quelle consentite o articoli eccezionali quali strumenti musicali, canoe e kayak, masserizie e suppellettili? Questi colli “fuori misura”, se non trasportati sul tetto del proprio veicolo, dovranno essere depositati nel garage della nave previa accettazione dell'ufficiale addetto al carico e saranno soggetti al pagamento di tariffe previste dalle società di navigazione. Le compagnie e il Comandante di bordo hanno in ogni caso la facoltà di accettare o rifiutare l’imbarco di oggetti il cui ingombro o il cui peso costituiscono impedimento per una buona e tranquilla navigazione. È consigliabile, pertanto, prenotare una cabina per affrontare la traversata in comodità e senza rischiare di recare disturbo agli altri passeggeri o danni ai propri bagagli.

Come comportarsi, invece, nel caso in cui si debbano imbarcare armi? In rispetto degli artt. 817 e 194 del codice della navigazione marittima alle sole Forze Armate è consentito portare con sé le armi durante la navigazione. I passeggeri civili hanno l’obbligo di consegnare le armi e tutte le munizioni trasportate al Comandante di bordo che le custodirà fino all’arrivo al porto di destinazione e le restituirà solo in fase di sbarco. Inoltre, è vincolante al fine di poter trasportare armi da fuoco esibire la relativa licenza. La mancata segnalazione del trasporto d’armi è sanzionato in base al Codice della Navigazione e in caso di inosservanza i contravventori saranno passibili di confisca delle armi e di deferimento all’Autorità Giudiziaria competente.