Centro Prenotazioni Traghetti del Mediterraneo


In traghetto con i bambini: Consigli e informazioni per viaggiare in nave con i più piccoli

18 agosto 2016

In traghetto con i bambiniViaggiare con i bambini in traghetto, oltre ad essere un metodo sicuro e comodo per raggiungere la destinazione delle proprie vacanze, è anche confortevole e divertente. A bordo delle navi, infatti, i più piccoli non sono costretti a rimanere per ore seduti su una poltrona, ma possono svagarsi e giocare durante tutto il viaggio.

Le aree gioco, presenti sulla quasi totalità dei vettori, sono il luogo perfetto per divertirsi e fare nuove amicizie. Questi spazi vengono attrezzati con Tv per i cartoni animati, tavolini e seggioline per disegnare, box con palline colorate e tanti altri giochi. Molte compagnie, inoltre, mettono a disposizione un intero staff di animatori che organizza attività ludiche e didattiche per intrattenere bambini di ogni età  e permette, così, ai genitori di godersi il viaggio in relax e senza preoccupazioni. 

Su alcune navi, inoltre, è possibile trovare tutto l’occorrente per la nanna e la pappa dei più piccoli grazie alla fornitura di seggioloni, lettini, fasciatoi e scalda biberon.

Per i più grandi, invece, le compagnie di navigazione offrono sale tv, talvolta cinema, piscine sui ponti esterni e aree videogames.

I vantaggi non finiscono qui, tutte le società marittime, infatti,  propongono  tariffe scontate per il biglietto dei più piccoli.

Compagnie come Corsica Sardinia Ferries, Tirrenia, Moby Lines e Toremar garantiscono il passaggio gratuito per tutti i bambini fino ai 3 anni compiuti e applicano uno sconto del  50% per ragazzi di età compresa fra i 4 e gli 11 anni.

 La società Minoan Lines estende questa riduzione fino ai 16 anni e promuove offerte per le famiglie composte da almeno 3 persone con o senza veicolo al seguito.

La compagnia Grandi Navi Veloci fa viaggiare gratis tutti i bambini che non abbiano ancora compiuto 4 anni, mentre sulle linee per Marocco e Tunisia questa offerta è riservata esclusivamente ai bambini di età inferiore ai 2 anni.

La compagnia Snav predispone, su specifiche partenze, una speciale tariffa attraverso la quale ogni 2 adulti paganti un bimbo viaggia gratuitamente.  

Un’altra promozione è quella proposta da Grimaldi Lines, sulle tratte da/per la Sicilia, che permette ai bambini fino a 11 anni di viaggiare gratis in passaggio ponte.

 

Molte compagnie, inoltre, propongono speciali “menù per i bambini” studiati appositamente per loro, che garantiscono un pasto equilibrato e gustoso a un prezzo ridotto.

Il traghetto è un luogo sicuro dove giocare, rilassarsi e godersi l’inizio della propria vacanza, è bene, però, seguire alcuni piccoli accorgimenti per rendere il viaggio ancora più sereno. 

 

Il primo consiglio è sicuramente quello di informarsi e preparare con il dovuto anticipo tutti i documenti necessari da presentare al check-in, per non rischiare di vedersi negare l’imbarco. Questi, ovviamente, possono cambiare in base alla destinazione che si intende raggiungere, ma ricordiamo che, in ogni caso, tutti i bambini che viaggiano in Europa e all’estero devono possedere una carta di identità o un passaporto individuale in corso di validità.

Un altro suggerimento è, invece, relativo al comportamento da tenere a bordo per fare in modo che il viaggio sia il più confortevole possibile. Non correre nei saloni, per esempio, soprattutto quando ci si trova sui ponti esterni che spesso possono risultare scivolosi per via della salsedine e degli schizzi del mare. Non sporgersi da balaustre e ringhiere e prestare la massima attenzione a scale e porte.

La nave è il luogo dove la vacanza e il divertimento hanno  inizio, ma è anche un ambiente di lavoro e di relax, rispettare gli altri passeggeri e lo staff di bordo è sempre una buona regola.

Una volta preparati tutti i documenti necessari per la partenza,  essersi informati sulle tariffe agevolate che possono essere applicate sul nostro biglietto e aver scoperto quali sono le attività  di cui  è possibile beneficiare a bordo non resta che imbarcarsi e godersi il viaggio! 

<< Torna indietro