Imbarco veicoli commerciali
1Seleziona il collegamento da/per
2Seleziona le tratte
3Seleziona le date del viaggio
4Seleziona passeggeri e veicolo Seleziona passeggeri e veicolo per l'andata
5Seleziona passeggeri e veicolo per il ritorno
Numero passeggeri:
fino a 11 anni

Le età si esprimono in anni già compiuti al momento del viaggio


Animali domestici:

Seleziona i passeggeri

Adulti oltre 12 anni
Bambini da 4 a 11 anni
Neonati fino a 3 anni

Animali domestici

Normativa per i residenti in Campania
14 Aprile al 31 ottobre 2019 e' vietato il trasporto e la circolazione sull'isola degli autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori, appartenenti a persone residenti nel territorio della Regione Campania o condotti da persone residenti sul territorio della Regione Campania.

Non hai scelto la tipologia di veicolo
quantità:

VOTO MEDIO: 4,79/5 Basato su 17825 recensioni
Pollice su recensioni
Il 98% dei nostri clienti consiglia il nostro servizio agli amici.

 

Imbarco veicoli commerciali

Nell’immaginario collettivo il traghetto è sinonimo di vacanza, mare e meritato riposo. Questo comodo mezzo di trasporto non è utilizzato, però, solamente per turismo, ma anche per la spedizione di merci e lo spostamento di mezzi pesanti. Secondo recenti statistiche Istat le merci trasportate via mare sono aumentate del 4%, in termini di tonnellate, rispetto all’anno passato. Nella classifica del trasporto merci in Europa, l’Italia si colloca al terzo posto, dopo Regno Unito e Paesi Bassi.

Cosa si intende per veicoli commerciali? Con questa espressione si intendono tutti quei mezzi di trasporto omologati per il trasporto di merce quali furgoni, camion e autoarticolati, ma vengono inclusi in questa categoria da alcune compagnie di navigazione anche  automobili e minivan immatricolati autocarro.

Come avviene l’imbarco di tali mezzi? I conducenti hanno l’obbligo di presentarsi al porto prima degli altri viaggiatori, con mediamente 4 ore di anticipo, in caso di ritardo, per qualsivoglia motivazione, non potrà essere garantito l’imbarco. Il largo anticipo di presentazione al porto richiesto dalle società di navigazione permette al personale della compagnia di effettuare tutti i controlli necessari e organizzare il collocamento all’interno del garage. Per ragioni di sicurezza e in ottemperanza al Codice I.S.P.S. (International Code for the Sicurity of Ships and Port Facilities) relativo alle norme antiterrorismo, il conducente del veicolo è tenuto a consentire eventuali ispezioni del carico e dei propri bagagli. Tali controlli possono essere effettuati anche dal personale di terra della società o dai suoi preposti. L’impedimento di tali controlli può precludere la possibilità di imbarco.

 L’unico responsabile del veicolo è il suo conducente anche durante le manovre di imbarco e anche qualora esse fossero ordinate dal personale di bordo. Il conducente è altresì l’unico responsabile della sistemazione, la rizzatura dell’eventuale carico all’interno dei veicoli, nonché la chiusura e la piombatura e/o sigillatura.  I veicoli devono essere parcheggiati con le serrature delle portiere aperte e gli autisti devono essere sempre reperibili. Durante il viaggio è vietato l’accesso ad essi da parte degli autisti e/o eventuali accompagnatori. 

L’imbarco degli autoveicoli commerciali è subordinato alle esigenze della nave e alla sua stabilità e sicurezza di navigazione e tutto ciò è ad insindacabile giudizio del Comandante della nave.

All’atto della presentazione all’imbarco è obbligatorio presentare il biglietto di viaggio conforme alla tipologia di veicolo, il documento di trasporto rilasciato dagli uffici ed agenzie della società completo in ogni sua parte e tutti gli altri documenti prescritti per il trasporto stesso, ivi compresi quelli doganali.  Se in fase di check-in venisse riscontrato un biglietto non adeguato al veicolo trasportato lo stesso sarà soggetto a penale del 100% e compatibilmente alla disponibilità di spazio in stiva nave verrà emesso un nuovo biglietto.

Cosa comprende il biglietto cargo? Nella maggior parte dei casi nel costo del biglietto sono compresi altri servizi quali il posto letto in cabina condivisa per il primo autista e i pasti. Generalmente non è compreso il passaggio di altri viaggiatori e le loro sistemazioni.

Mezzi commerciali particolari: rientrano in questa categoria anche tutti i veicoli trasportati senza conducente, l’imbarco di questi mezzi è gestito dal proprietario/caricatore; all’arrivo nel porto di destinazione è cura dell’autista/ricevitore ritirare il veicolo in maniera veloce e tempestiva per non intralciare le operazioni di sbarco di tutti gli altri passeggeri. Nell’eventualità in cui il ricevitore non fosse presente all’arrivo in porto della nave, il veicolo potrà essere scaricato e lasciato sulla banchina, a rischio, spese e responsabilità del caricatore e/o del ricevitore. Le compagnie di navigazione hanno la facoltà, ma non l’obbligo, di parcheggiare il veicolo in un’area di sosta (sorvegliata o meno) a spese del proprietario del veicolo.

Un’altra categoria di mezzi commerciali particolati è costituita dai trasporti refrigerati; le norme di sicurezza proibiscono l’utilizzo dei propri generatori di energia elettrica una volta a bordo e pertanto le compagnie di navigazione permettono l’attacco al sistema elettrico principale della nave esclusivamente se il veicolo è dotato dello speciale circuito di corrente alternata Antidef approvato dalle autorità competenti e solo su richiesta,  pervenuta al momento della prenotazione, da parte dello spedizioniere. Tale servizio è subordinato alla disponibilità delle prese di corrente e alla loro compatibilità con le caratteristiche del veicolo. Resta comunque responsabilità esclusiva dell’autista la verifica del corretto funzionamento generatore del veicolo.