COVID-19, viaggiare sicuri
1Seleziona il collegamento da/per
2Seleziona le tratte
3Seleziona le date del viaggio
4Seleziona passeggeri e veicolo Seleziona passeggeri e veicolo per l'andata
5Seleziona passeggeri e veicolo per il ritorno
X
Numero passeggeri:
fino a 11 anni

Le età si esprimono in anni già compiuti al momento del viaggio


Animali domestici:

Puoi scegliere di portare il tuo cane in cabina con te, selezionando la sistemazione contrassegnata con "accesso animali". In alternativa viaggerà negli appositi spazi a bordo del traghetto.


Seleziona i passeggeri X

Adulti oltre 12 anni
Bambini da 4 a 11 anni
Neonati fino a 3 anni

Animali domestici

Puoi scegliere di portare il tuo cane in cabina con te, selezionando la sistemazione contrassegnata con "accesso animali". In alternativa viaggerà negli appositi spazi a bordo del traghetto.


Normativa per i residenti in Campania
05 Aprile al 31 ottobre 2020 e' vietato il trasporto e la circolazione sull'isola degli autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori, appartenenti a persone residenti nel territorio della Regione Campania o condotti da persone residenti sul territorio della Regione Campania.

Non hai scelto la tipologia di veicolo
Hai un veicolo? X

Marca e modello ci permetteranno di calcolare l'esatto ingombro del tuo veicolo

quantità:

VOTO MEDIO: 4,81/5 Basato su 22816 recensioni
Pollice su recensioni
Il 98% dei nostri clienti consiglia il nostro servizio agli amici.

 

COVID-19, viaggiare sicuri

l Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dall'inizio dell'emergenza sanitaria da Covid-19, ha adottato una serie di misure per regolamentare la mobilità delle persone.

In prossimità delle vacanze estive dunque, è bene conoscere le disposizioni ministeriali nell'ambito del trasporto marittimo ed essere informati sui viaggi in traghetto.

Nello specifico, tutte le Compagnie di Navigazione, sono tenute a rispettare il protocollo per il contenimento della diffusione del COVID-19 al fine di tutelare la salute dei lavoratori a bordo e dei passeggeri trasportati:

In fase di imbarco, oltre al mantenimento del distanziamento sociale, è necessario indossare la mascherina che dovrà essere mantenuta per tutta la durata del viaggio negli ambienti chiusi e nelle aree pubbliche, ad eccezione quindi delle cabine ad uso esclusivo e dei ponti esterni.

Tutti i locali pubblici sono sanificati dal personale addetto, e per favorire il rispetto del distanziamento, ogni spazio è contrassegnato da apposita segnaletica per garantire il rispetto della misure cautelative, con accessi contingentati negli spazi comuni, nelle zone poltrone e nei locali di ristorazione.

In fase di sbarco, con lo scopo di evitare qualsiasi forma assembramento, il personale di bordo si adopererà affinché tutti i passeggeri possano defluire rispettando il distanziamento sociale. Per questo motivo, le procedure di sbarco potrebbero essere rallentate e richiedere una tempistica leggermente maggiore rispetto a quella abituale.

Le aree giochi dedicate ai più piccoli sono chiuse e non accessibili.

Per affrontare una traversata più serena ed un viaggio in maggior confort, laddove possibile, è consigliata la prenotazione di sistemazioni riservate come poltrone o cabine.

Per evitare assembramenti presso le biglietterie, è sempre suggerita la prenotazione online, in modo da potersi dirigere direttamente all’imbarco senza affrontare file intermedie.

Ricordiamo che il distanziamento sociale da rispettare resta quello previsto dal decreto ministeriale, ovvero 1mt.

Spostamenti entro i confini nazionali:

Dal 3 giugno è possibile viaggiare oltre i confini regionali – anche per turismo - seppur con alcune procedure da seguire per determinate destinazioni:

Sardegna: l’ipotesi del “passaporto sanitario” non è entrata in vigore, quindi tutti i passeggeri possono raggiungere la Sardegna previo la compilazione di un semplice questionario epidemiologo di auto-segnalazione predisposto sul sito della Regione Sardegna oppure scaricando l’App “Sardegna Sicura”.

Sicilia e Isole: chiunque faccia ingresso in Sicilia, se non residente nell’Isola o ivi domiciliato. deve registrarsi sul sito Sicilia Sicura all’indirizzo siciliasicura.costruiresalute.it. La Regione ha già reso disponibile l’app che anche le compagnie di navigazione, come gli altri vettori e le strutture ricettive (anche a carattere extralberghiero) sono obbligate a promuovere. La registrazione è obbligatoria per i non residenti e non domiciliati che arriveranno in Sicilia tra l’8 giugno e il 30 settembre 2020.

Isole della Campania: seppur per viaggiare in Campania non siano necessarie ulteriori misure cautelative, se non quelle generali, l’accesso alle Isole (Ischia, Capri e Procida) è regolamentato da alcune condizioni aggiuntive:

  • Obbligo di prenotare il servizio marittimo almeno 24 ore prima della partenza
  • Obbligo di presentarsi all’imbarco almeno 1h prima della partenza indicata sul biglietto
  • Obbligo di sottoporsi a rilevazione della temperatura durante l’imbarco

Arcipelago Toscano: l’accesso alle Isole Toscane prevede le medesime normative ministeriali attuate a livello nazionale, ragion per cui è possibile raggiungere l’Isola d’Elba, l’Isola del Giglio e Capraia senza ulteriori disposizioni.

Lazio – Isole Pontine: per raggiungere le Isole Pontine non sono stati indette misure differenti da quelle ministeriali. Potrebbero essere richiesti controlli della temperatura con il termoscanner al momento del check-in.

Puglia – Isole Tremiti: nessuna ulteriore disposizione oltre alle disposizioni ministeriali.

In ogni modo, prima di mettersi in viaggio, raccomandiamo ai viaggiatori di informarsi tramite i canali ufficiali delle singole Regioni e del Ministero.

 

Viaggi in traghetto all’estero:

Differentemente dai viaggi interni, per gli spostamenti oltre confine è bene restare aggiornati sull’evolversi della situazione nei singoli Paesi esteri.

dal 21 giugno la Spagna (comprese Isole Canarie e Baleari) ha aperto le frontiere per chi arriva dallo spazio Schengen e dunque anche dall’Italia, senza obbligo di quarantena e senza dover motivare il viaggio. Chiunque raggiunga il Paese dall'estero è sottoposto a un controllo sanitario prima dell'entrata in Spagna.

Inoltre i passeggeri provenienti dall'estero dovranno compilare, prima del viaggio, un “formulario di salute pubblica”, attraverso il sitonSpain Travel Health o l'App Spain Travel Health-SPTH, grazie al quale otterranno un codice QR da presentare (su dispositivo mobile o stampato) al proprio arrivo in Spagna.

Fino al 31 luglio, chi non ha potuto compilare il formulario telematicamente potrà farlo in cartaceo e consegnarlo al porto di sbarco.

La Grecia ha riaperto le frontiere dal 1 luglio, ma le autorità si riservano la possibilità di sottoporre i passeggeri in arrivo dall'estero ad un tampone sierologico, anche se effettuato in italia nei giorni precedenti.

Coloro che verranno sottoposti al tampone potranno proseguire verso la propria destinazione finale interna al Paese, ma dovranno t5rascorrere 24 ore in autoisolamento (nel proprio alloggio in Grecia: hotel, appartamento, ecc).

Sono previste sanzioni amministrative (multa di 5000 €) in caso di violazione dell’autoisolamento. Si viene contattati dalle Autorità greche esclusivamente in caso di positività. Se, passate le 24 ore dal test, non si riceve alcuna comunicazione è possibile uscire dall’autoisolamento e continuare liberamente il proprio soggiorno in Grecia.

Tutti gli altri Paesi appartenenti all’UE invece, a partire dal 3 giugno consentono ai cittadini UE di accedervi liberamente. Anche la Francia ha abolito ogni tipo di restrizione per chi proviene dall'Italia e non è più necessaria l'autocertificazione all'ingresso.

L'Albania invece consente l'arrivo dall'Italia solo per per motivi di studio, lavorativi o sanitari, vietando quindi i flussi turistici fino al 9 agosto.

Malta, dal 1 luglio, concede l'arrivo ai passeggeri provenienti anche dall'Italia, senza distinzioni regionali, seppur saranno soggetti a screening termici per misurare la temperatura dovranno compilare un documento con il quale dichiareranno i loro spostamenti nei 30 giorni precedenti, confermando di non essersi recati in nessuna nazione al di fuori di quelle elencate sul sito VisitMalta

Per le destinazioni del Nord Africa invece, quali Tunisia e Algeria, è bene rivolgersi all’Ambasciata Italiana del Paese interessato in attesa di comunicazioni ufficiali dagli organi legislativi, mentre il Marocco ha riaperto le frontiere per i propri cittadini che hanno necessità di rientrare nel loro Paese.

In ogni caso suggeriamo di aggiornarsi comunque tramite i canali ufficiali dei singoli Paesi.