Centro Prenotazioni Traghetti del Mediterraneo


Tutto ciò che c'è da sapere sul trasporto del proprio bagaglio in traghetto o in aliscafo

13 dicembre 2016

Bagagli a mano Quanti bagagli per passeggero è possibile portare? Quali sono le dimensioni massime consentite e cosa succede se non vengono rispettate? Le stesse condizioni valgono anche per i bagagli dei più piccoli? Com’ è possibile trasportare equipaggiamenti sportivi e strumenti musicali? Le limitazioni possono variare in base alla compagnia, al tragitto e in alcuni casi anche in base alla stagionalità in cui si effettua il viaggio.

La distinzione primaria da fare è quella tra i limiti imposti per chi viaggia in aliscafo e quelli previsti per chi viaggia in traghetto.

Per quanto riguarda i viaggi effettuati in aliscafo e mezzo veloce ciascun passeggero adulto può imbarcare un solo bagaglio di dimensioni massime 50x40x20 cm con un peso non eccedente i  10 kg, queste indicazioni valgono per compagnie quali Snav, Caremar e Liberty Lines. Compagnie come Laziomar e Alilauro, invece, limitano tali misure rispettivamente  a 35x20x20 cm e 50x35x20 cm per un massimo di 9 kg di peso.  Generalmente  per le valigie dei bambini le dimensioni massime consentite vengono dimezzate. Cosa si intende dunque per “bagaglio extra”? Il “bagaglio extra” indica ogni bagaglio aggiuntivo o di dimensioni e peso eccedenti quelle concesse, per il quale le società marittime applicano un costo supplementare rispetto alla normale tariffa che può essere corrisposto sia in fase di prenotazione che direttamente alla biglietteria di porto al momento dell’imbarco. La tariffa varia in base al vettore, ma generalmente è di circa 2,00 € a collo. I passeggini possono essere considerati come bagaglio extra, come per le società Snav e Liberty Lines oppure possono essere imbarcati gratuitamente come avviene per la compagnia Alilauro. Le compagnie si riservano comunque il diritto di non imbarcare bagagli il cui ingombro e peso costituiscano un impedimento per una sicura navigazione e un’ottimale permanenza  a bordo per il personale e per gli altri passeggeri. Sono ammessi come bagaglio anche i campionari dei viaggiatori di commercio fino al limite di 20 kg. Alcune compagnie di navigazione, al momento del check-in, prelevano tutti i bagagli che vengono stoccati in un deposito, e rilasciano un tagliando per il loro ritiro all’arrivo.

Sulle navi traghetto, non sono previste limitazioni relative ai bagagli per i passeggeri che imbarcano il proprio veicolo e che, quindi, possono lasciare i propri averi al suo interno. Canoe, kayak, ma anche masserizie usate (quali elettrodomestici, mobili, etc.) ed altri bagagli fuori misura, se non trasportati sul tetto del veicolo, dovranno essere depositati nel garage della nave, o all’interno di un apposito container se presente, previa accettazione dell'ufficiale addetto al carico e saranno soggetti al pagamento di tariffe integrative previste dalla compagnia. Al contrario, ogni passeggero a piedi, che non può dunque lasciare le valigie all’interno del proprio veicolo, ha il diritto di imbarcare un bagaglio a mano, anche di grandi dimensioni, che può portare con sé nella cabina prenotata o al posto assegnato.

È sempre vietato introdurre nel proprio bagaglio materiali infiammabili, merce di contrabbando, droghe e documenti soggetti a tasse postali. Il bagaglio dovrà essere imbarcato correttamente chiuso e il passeggero potrà riporlo nelle apposite aree indicate o potrà tenerlo con sé avendo cura che non occupi ulteriori posti destinati ad altri passeggeri, che non intralci i corridoi e che sia sistemato in modo stabile.  Il passeggero sarà l’unico responsabile del proprio bagaglio.  Non è ammesso, solitamente, l’imbarco di soli bagagli, merci o colli di qualsiasi genere.

Per quanto concerne bagagli contenenti oggetti di valore quali strumenti musicali o denaro possono essere consegnati al commissario di bordo, il quale provvederà a custodirli nelle apposite cassette di sicurezza o depositi durante il viaggio. Tale servizio può essere a pagamento su alcuni vettori.

La compagnia è responsabile  dei danni o della perdita del bagaglio a bordo, solo se consegnato per la custodia e per la quale è stata rilasciata una ricevuta. La società, al contrario, non può essere ritenuta responsabile per eventuali perdite di denaro o di oggetti di valore lasciati nelle cabine, nelle aree comuni della nave o nei veicoli.

In caso di smarrimento o danneggiamenti  è necessario segnalare l’accaduto al comando di bordo all’atto dello sbarco o presentare reclamo scritto direttamente alla compagnia di navigazione interessata.

I bagagli abbandonati sia bordo che nella zona d’imbarco e non reclamati vengono custoditi dalla compagnia per un periodo limitato di tempo, periodo che varia in funzione di ogni singola società. Trascorso tale termine gli oggetti vengono consegnati alle Forze dell’Ordine o alle Autorità Portuali in modo che queste possano adottare i dovuti provvedimenti.

Inoltre, in conformità  al codice internazionale ISPS, relativo alle norme antiterroristiche, i passeggeri sono obbligati ad esibire la copia del biglietto e un documento di identità valido e devono  acconsentire all'ispezione del proprio veicolo e del proprio bagaglio, ove richiesto.

<< Torna indietro